SmokeRing – Chi ha detto che il fumo fa male


La luminosa insegna neon color rosso inferno di Via Portuense 86 ci fa subito capire che allo SmokeRing non si scherza, infatti appena varcata la porta d’entrata veniamo accolti dalla scritta “questa non è una Steakhouse è una Smokehouse”.

Cos’é una Smokehouse? Essenzialmente, il Tempio del barbecue, e SmokeRing – il cui nome sta a significare quella colorazione rosa della carne, tipica dell’affumicatura, che si crea appena sotto la crosta – può vantarsi di essere il primo affumicatoio di Roma. Come il vicino 4:20, il locale è una “creatura” di Alex Liberati, e proprio come nelle Smokehouse americane, la carne, affumicata fino alle 18 ore, viene sottoposta a controlli dell’umidità e della temperatura. Ci hanno spiegato che qui l’affumicatura è considerata una vera e propria forma d’arte e i ragazzi dello SmokeRing la prendono mooolto sul serio.

Se è la prima volta potreste trovarvi in leggera difficoltà quando vi verrà chiesto cosa ordinate. Scegliete un porzione di Pulled Pork, Brisket o Links? In pezzi, in etti o come sandwich? E come contorno? Coldslaw o Mac ‘n’ cheese? Small o Large?

Per fortuna i ragazzi al bancone sono disponibili e preparati. Oltre al menù poi ci sono delle vere e proprie “istruzioni per l’uso” che spiegano in parole povere le elaborate tecniche di preparazione di ciascuno dei piatti, ed in particolar modo i vari tagli di carne con l’aiuto di simpatiche illustrazioni. Prima di andare al bancone a ordinare vi consigliamo di appoggiarvi a uno dei tavoli sociali e chiudervi a studiare la vostra ordinazione. Una volta superata questa ardua prova potrete tornare al vostro tavolo sorseggiando una birra o un cocktail firmati Revelation Cat, birrificio romano dalle originali creazioni, nell’attesa che vi servano il vostro ordine su di un vassoio ricoperto di carta da macellaio.

Unta e bisunta la carne vi si scioglie letteralmente in bocca scatenando un orgasmo culinario, una sensazione che non sarà semplice provare altrove… Oltre alla carne poi gli americanissimi ‘Sides’ (perché le Mash Poatoes non sono il nostro puré) e una vasta gamma di salse barbecue dalla più classica piccante a quella fruttata delizieranno sia le vostre papille gustative sia la vostra curiosità.

Infine, per i più temerari, lo SmokeRing propone la sfida ‘Man vs Food’ con in palio un ambitissimo posto sulla Hall of Fame e ben QUARANTADUE birre – per chi invece è tutto fumo e niente arrosto… c’è la Hall of Shame- letteralmente la sala della vergogna. Buona fortuna Sanpietrini!

SmokeRing

Via Portuense 86
00153 Roma
06 581 4400
19:00-02:00