LE MEJO PASQUINATE

E dopo la nostra bella storiella sulla leggenda del Pasquino non poteva mancare la nostra rassegna de ‘Le Mejo Pasquinate‘ – dal 1500 ad oggi l’espressione più verace della voce del popolo di Roma è quella del Pasquino.

 

Li Francesi


Nel 1809 Napoleone Bonaparte mette piede a Roma e inizia a saccheggiare la città. Il Pasquino s'indigna.

Quei barbari dei Barberini


Papa Urbano VIII, nato Maffeo Barberini, fece rimuovere e fondere le travi di bronzo presenti all'interno del Pantheon, per costruirci il baldacchino di San Pietro, così almeno si narra. Il Pasquino non ne fu entusiasta.

Il Papa ipocrita


Mo' il Pasquino ce l'ha con Papa Pio VII, il quale dopo aver lui stesso incoronato Napoleone, decide, così, da un momento all'altro di iniziare a perseguitare tutti i simpatizzanti bonapartisti.

Er Cinema America


Lo sgombero del Cinema America ar Pasquino nun je sta tanto bene.

Li Mijardi


Pare che qualcuno in Italia c'ha un sacco de mijardi. Al Pasquino nun torneno i conti.

Li Fori


E niente regà, la pedonalizzazione dei Fori er Pasquino l'ha presa male.

La sfilata


Ai romani sta sfilata del 2 giugno nun piace poi più di tanto.

Er Giordano Ingabbiato


Qui er Pasquino fa riferimento a quando, con la scusa del Decoro, c'è qualcuno che s'era messo in testa di tirar su una cancellata intorno alla statua di Giordano Bruno a Campo de' Fiori. Ovviamente er Pasquino s'è un attimo stranito.

L'Imbianchino


Quando Hitler venne in visita a Roma nel 1938, Mussolini fece foderare con pannelli di gesso i Fori Imperiali. Er Pasquino lo trovò oltraggioso.