Fabio e Matteo: I Panettieri under 30 di Gusto Più Chef&Bakery

Rosalba Lippolis, Matteo Castorina e Fabio Rinaldi, sono i tre soci di Gusto Più Chef & Bakery, una bakery e panineria in zona San Giovanni. Per saperne di più a proposito della panetteria gestita da questi tre allegri ragazzi, e sopratutto, a proposito delle loro deliziose Pucce lievitate 72 ore, potete leggere il nostro articolo qui.

Oggi invece,  facciamo du chiacchiere con Matteo e Fabio.


 

Iniziamo con una domanda facile facile – raccontateci Gusto Più in due parole?

Matteo: E’ una bottega alimentare che propone tutti prodotti tipici italiani e che fa le pucce. La puccia è un panino a lunga maturazione, prodotta dal nostro forno, con cui abbiniamo i nostri prodotti anche in chiave rivisitata.

Perché proprio la puccia?

M: Perché la nostra terza socia, Rosalba, è di origine pugliese e abbiamo ripreso un prodotto tipico della puglia.

 

E perché tre ragazzi dovrebbero decidere di aprire l’ennesima panineria a Roma?

M: Secondo noi non c’è una panineria a Roma che valorizzi quelli che sono i prodotti del territorio italiano.

Cosa vi rende diversi?

Fabio: Facciamo tutti panini molto particolari. Una particolarità che deriva dal prodotto,dietro al quale c’è un’ampia ricerca. Sono quasi tutti prodotti artigianali che sposano un concetto di filiera corta. Poi sta alla nostra abilità abbinarli in modi abbastanza particolari. Utilizziamo molto la frutta, l’agrodolce – ma sopratutto la nostra sposiamo la filosofia che il panino è 70% pane, ed il nostro pane è molto buono.

 

Tra il gourmet e lo zozzone – dove vi posizionate?

F: Decisamente gourmet. Nella scelta degli ingredienti in primis, e nell’assemblaggio del panino.

E tra innovazione e tradizione?

M: Nel mezzo. La tradizione sta nei nostri prodotti che sono quelli di una volta, fatti come una volta (senza conservanti, acido ascorbico – segue una lunga lista di nomi terrificanti di cose che NON sono presenti nei prodotti di Gusto Più). Mentre l’innovazione è negli abbinamenti ma anche nella lunga maturazione del pane, quindi il controllo degli acidi e degli zuccheri, per noi questa è innovazione.

Se vi chiedessero un panino caa’ porchetta?

M: Beh, certo! Però con un maiale allevato in Italia, a terra, e una porchetta fatta da un norcino di marino che conosciamo noi.

 

Si dice in giro che le serie tv siano i film d’autore della nostra epoca. Detto ciò, il panino gourmet è la nuova nouvelle cuisine?

F: Essendo un grande esperto di serie direi che il parallelo ci può stare. Di questi tempi la gente non ha né il modo né il tempo da dedicare alla buona cucina. Detto ciò, mangiare in poco tempo non deve voler dire mangiare male – noi offriamo qualità da gustare anche in tempi stretti.

M: Tipo uno shottino di qualità!

 

La vostra puccia preferita?

F: Straccetti di scottona, pecorino stagionato e pera scottata in piastra.

M: Carpaccio di manzo marinato in botte, base di songino, fior di latte pugliese, scorzetta di limone e qualche goccia di piccante.


Chiediamo che ci vengano fatte assaggiare seduta stante e concludiamo con una birra artigianale ghiacciata la nostra chiacchierata con Fabio e Matteo.