Dar Poeta: Più che pizza è ‘na poesia


In una traversa di Vicolo del Bologna, chiamata anch’essa Vicolo del bologna (i misteri della pianificazione urbana capitolina), a pochi passi dal chaos dell’adiacente Piazza Trilussa, troverete con tutta probabilità una piccolla folla di gente che, sorseggiando una bionda, aspetta pazientemente un posto a tavola Dar Poeta.

Con il bel tempo i tavolini in strada saranno sicuramente i più gettonati, ma fatevi pure sistemare all’interno, l’ambiente è casereccio e accogliente e alle parete troverete le parole di alcuni grandi poeti romani, tra cui il supremo Giuseppe Gioachino Belli.

Ah la scoperta d’un novello piatto, 

ah d’una crema l’invenzion novella

sempre all’umanità più ben han fatto

che la scoperta d’una nuova stella!

(G.G.Belli)

Basterà il primo morso all’impasto corposo eppur delicato della pizza Dar Poeta, per ritrovarvi d’accordo con Belli. Gli ingredienti sono freschissimi, dando vita ad un’esplosione di sapori intensi e ben definiti, la lievitazione non è da meno e anzi, viene presa molto sul serio. Infatti, benchè ad un palato non allenato la pizza del poeta possa ricordare quella partenopea – occhio a non chiamarla una napoletana, perché il locale trasteverino ha parecchio a cuore l’orgoglioo romano.

Che aspettate allora sanpietrini, armatevi di un po’ di pazienza e fatevi conquistare dalla pizza fenomenale  e lo spirito goliardico del poeta.

Dar Poeta

Vicolo del Bologna, 45 – 00153

dom-sab: 12.00-01.00

tel. 065880516

€€